La caparbrietà e l'intuizione.

Se desideri renderci partecipe delle tue avventure a pesca descrivendoci la tua cattura, puoi inserire il tuo report in questa sezione.
Regole del forum
Per questioni di sportività e trasparenza sulle catture, sul forum sono ammesse solo foto fatte sul posto.
Rispondi
Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 07/08/2014, 8:55

E come sempre dice il mio caro amico Paolo Germani, per risolvere situazioni difficili, bisogna interpretare la natura, bisogna capire la situazione, e se tutto ciò non servisse a niente, allora si deve giocare d'astuzia, ci vuole quella mossa che deve sorprendere chiunque, soprattutto i pesci, serve un qualcosa che faccia cambiare la situazione stessa, le spigole devono essere invogliate o "prese di sorpresa" , bisogna incuriosirle o addirittura innervosirle.
Quante volte ci siamo ritrovati in situazioni imbarazzanti, situazioni alle quali non sappiamo dare una risposta, situazioni che ci lasciano l'amaro in bocca. Quante volte ci siamo ritrovati a guardare le spigole che nuotano sotto i nostri occhi increduli, spigole che guardano i nostri artificiali passare lentamente, poi velocemente, poi con sbandate decise, per poi inseguirli svogliate.
Quante volte siamo ritornati a casa col cappotto reso ancor più pesante dal fatto di aver visto le spigole e non essere stati in grado di prenderne nemmeno una.
Un paio di settimane fa mi sono ritrovato in una di queste situazioni strane.
Ero vicino ad una piccolissima foce, e stavo pescando già da un paio d'ore senza risultati, in acqua non c'erano movimenti e il cappotto inizia a farsi sentire sulle spalle.
Poi la situazione cambia, si avvicinano alla foce 2-3 branchi cefali, tutti pesci che a occhio raggiungono il kilo di peso.
Grazie agli occhiali polarizzati riesco a vederli chiaramente e scorgo la sagoma di un serra della stessa grandezza che nuota indisturbato tra i cefali, lancio il mio artificiale in acqua 3-4 volte, ma gli inseguimenti sono svogliati, quasi come se il predatore non avesse nessuna intenzione di afferrarlo sul serio. Allora decido di cambiare artificiale, mi serviva un artificiale con un assetto diverso, mi serviva un artificiale che riuscisse a sostare nella risacca mantenendo un assetto perfetto. Volevo fregare il serra svogliato con un recupero fatto solo di jerkate e sbandate decise, proprio a imitare un pesciolino ferito, imitare una preda molto facile. Lancio e inizio le jerkate, ogni jerkata era seguita da un stop lungo e quando l'esca arriva nella risacca lascio che la corrente della risacca faccia la sua parte. Arriva la botta, ferro e il serra si slama in tempi record, forse ho trovato la situazione, rilancio e ripeto il recupero, l'artificiale arriva nella risacca, freno il recupero e arriva subito la seconda botta, ma questa volta il serra si ferra bene e lo salpo facilmente.
Ma il bello non è ancora arrivato.
Dopo circa quindici minuti, scorgo alcune spigole che si intrufolano nei branchi di cefali. Il cuore inizia pompare veloce, le spigole sono la mia passione.
Inizio a lanciare l'artificiale in acqua e provo diversi recuperi, le spigole, come il serra di prima, sembrano svogliate, accennano solo piccoli inseguimenti, si avvicinano, lo guardano e poi lo snobbano. Volevo usare esche in gomma, ma siccome ero andato in caccia di serra, avevo portato solo hard bait.
Passano almeno trenta minuti e le spigole sono sempre lì e ormai non inseguono più l'artificiale.
Capisco che continuare così non avrebbe portato a nulla, allora mi fermo un attimo, fumo una sigaretta e inizio a percepire alcune cose che prima non avevo notato. Dalla piccola foce ogni tanto uscivano piccoli ciuffetti di alghe che arrivati in mare scatenavano i cefali che in branco si fiondavano su di loro. Anche le spigole, seguivano i cefali, non per assaggiare le alghe, come i cefali entravano in frenesia, nuotavano più velocemente, facevano degli scatti improvvisi. Non so perché, ma le spigole sembravano come se fossero entrate in attività, per poi ritornare al nuoto lento, non appena i cefali avevano finito di mangiare quei ciuffetti di alghe.
Ecco che un idea inizia a farsi strada nella mente.
Entro con i piedi nel laghetto che la foce aveva formato sulla spiaggia e inizio con le mani a staccare dal fondo tantissime alghe, lascio che la corrente le porti in mare, aspetto il momento di maggior frenesia e lancio l'artificiale. Nessun attacco deciso, ma gli inseguimenti, anche se timidi, riprendono a susseguirsi. Le spigole avevano ripreso un minimo di attività ma serviva ancora un qualcosa, qualcosa che svegliasse in loro la giusta aggressività. Rientro con i piedi nel laghetto, questa volta non soltanto per le alghe ma per smuovere un pò di sabbia, volevo rendere l'acqua abbastanza torbida e siccome che nell'operazione di prima avevo notato che sotto il primo strato di sabbia pulita si era depositata della sabbia nera molto melmosa, inizio ad alzare quanta più sabbia possibile, si forma una nuvola nera molto intensa, era perfettamente ciò che volevo, cioè, volevo creare una situazione ideale per l'attacco. La nuvola nera trasportata dalla corrente arriva in mare e si espande piano piano, la zona di caccia adesso è pronta, adesso posso riprovarci, lancio l'artificiale lo jerko forte, cerco di creare diverse vibrazioni, e appena arrivo nella risacca STRIKEEEEEEEEE, l'attacco è molto deciso e la spigola si ferra perfettamente.
Forse l'avrei presa ugualmente, forse è stata una casualità, ma una cosa è certa, ho fatto di tutto per fregarla e alla fine ci sono riuscito.
Le foto non riesco più a postarle

Avatar utente
Nino
Site Admin Founder
Site Admin Founder
Messaggi: 8075
Iscritto il: 16/10/2008, 9:06
Tecnica: Spinning-Casting
Interessi: Pesca Sportiva-informatica
Vivo a: Napoli
Il mio Nome: Nino
Località: Napoli
Contatta:


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da Nino » 07/08/2014, 9:16

Bellissimo racconto Luca, stai affinando la tua tecnica, e con un istruttore così esperto e brillante come Paolo, non potevi che migliorarti sia nell'aspetto tecnico che didattico positivo1
Mandami le foto su whats aoo te le posto io lavori!
Immagine
><((((((o>
L'emozione di una cattura al di la delle dimensioni della preda e della tecnica, conserva sempre intatto il suo fascino che stimola l'istinto umano di predatore!
Gaetano Marzano - Copyright By Spinclub.it

Avatar utente
frankall
Panama
Panama
Messaggi: 236
Iscritto il: 17/03/2011, 5:09
Tecnica: spinning,bolognese e inglese.
Interessi: pesca sportiva, profumi, sigari
Vivo a: Marigliano (NA)
Il mio Nome: Francesco


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da frankall » 07/08/2014, 9:34

Grande Luca bellissimo report, sembrava davvero che stavo li con te, bellissima situazione, mi hai fatto venire voglia di andare a fishfish
Pescare non è una fuga dalla vita, ma spesso è una più profonda immersione in essa...
Harry Middleton

Avatar utente
Nino
Site Admin Founder
Site Admin Founder
Messaggi: 8075
Iscritto il: 16/10/2008, 9:06
Tecnica: Spinning-Casting
Interessi: Pesca Sportiva-informatica
Vivo a: Napoli
Il mio Nome: Nino
Località: Napoli
Contatta:


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da Nino » 07/08/2014, 9:43

Ecco le foto positivo1
Immagine
Immagine

COMPLIMENTI positivo1 positivo1
Immagine
><((((((o>
L'emozione di una cattura al di la delle dimensioni della preda e della tecnica, conserva sempre intatto il suo fascino che stimola l'istinto umano di predatore!
Gaetano Marzano - Copyright By Spinclub.it

Avatar utente
elton
Livello Fisher
Livello Fisher
Messaggi: 41
Iscritto il: 06/12/2012, 8:42
Tecnica: spinning
Vivo a: napoli
Il mio Nome: antonio


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da elton » 07/08/2014, 11:15

Complimenti Luca77 per la doppietta e per il racconto, spero di catturae presto anche io qualcosa :sad:

Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 07/08/2014, 14:43

Grazie ragazzi graziehg graziehg
Antonio lo spinning regala tantissimi cappotti, ma se si frequentano gli spot giusti e si ha la giusta passione e devozione, prima o poi arriverà la soddisfazione

Avatar utente
elton
Livello Fisher
Livello Fisher
Messaggi: 41
Iscritto il: 06/12/2012, 8:42
Tecnica: spinning
Vivo a: napoli
Il mio Nome: antonio


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da elton » 07/08/2014, 15:36

Grazie dell'incoraggiamento luca positivo1

Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 07/08/2014, 15:53

Antonio devi essere tu stesso ad incoraggiarti, e quando vai sugli spot credici sempre al 100%. Fai finta di aver visto il pesce che vorresti prendere e continua a pescare concentrato e con convinzione

Avatar utente
TonyB
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 642
Iscritto il: 02/07/2009, 20:12
Tecnica: SWspinning
Vivo a: Lilianum.
Il mio Nome: Antonio.


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da TonyB » 07/08/2014, 18:13

Congratulazioni Luca, hai sviluppato una tecnica eccellente, cambiando le situazioni ambientali a tuo favore; è un approccio nuovo alla battuta di pesca che spezza la pigrizia e la rassegnazione che ci hanno accompagnato quando le condimeteo erano sfavorevoli alle nostre esche.
Bravo davvero.
Ciao.
"La mente umana è come il paracadute: funziona solo se è aperta." - Albert Einstein.
"Il sesso è come il software: è meglio quando è libero." - Linus Torvalds.
Immagine

Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 07/08/2014, 21:43

Grazie Tony positivo1

Avatar utente
Nino
Site Admin Founder
Site Admin Founder
Messaggi: 8075
Iscritto il: 16/10/2008, 9:06
Tecnica: Spinning-Casting
Interessi: Pesca Sportiva-informatica
Vivo a: Napoli
Il mio Nome: Nino
Località: Napoli
Contatta:


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da Nino » 08/08/2014, 10:00

Ammiro la tua caparbietà Luca, la tua volontà, anche avendo tanti impegni nella tua vita quotidiana tra lavoro e famiglia riesci a mantenere una passione costante, per non dire maniacale.... :grin: del tuo hobby positivo1 non ti arrendi mai verifichi le tue ipotesi, davvero un pescatore esemplare positivo1 devi solo migliorare ed eliminare le tue indecisioni sulle attrezzature, e poi sarai un pescatore completo positivo1
Immagine
><((((((o>
L'emozione di una cattura al di la delle dimensioni della preda e della tecnica, conserva sempre intatto il suo fascino che stimola l'istinto umano di predatore!
Gaetano Marzano - Copyright By Spinclub.it

Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 08/08/2014, 15:18

Le indecisioni sulle attrezzature arrivano proprio quando si cerca di migliorare, quando si decide di fare il salto di qualità.
Purtroppo ci vorrebbero i soldi per acquistare e provare in pesca le varie canne o mulinelli, la stessa cosa vale per le esche.
Ho fatto tanti acquisti sbagliati e forse non me ne pento, perché adesso so distinguere bene una azione dall'altra, le caratteristiche e le potenzialità.
Grazie anche a voi e ai vostri consigli se oggi in pesca mi sento più sicuro.
Evviva lo spinning !!!
graziehg gfrt

Avatar utente
Nino
Site Admin Founder
Site Admin Founder
Messaggi: 8075
Iscritto il: 16/10/2008, 9:06
Tecnica: Spinning-Casting
Interessi: Pesca Sportiva-informatica
Vivo a: Napoli
Il mio Nome: Nino
Località: Napoli
Contatta:


Re: R: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da Nino » 09/08/2014, 9:19

Questo è lo spirito giusto

Inviato dal mio STX ULTRA utilizzando Tapatalk
Immagine
><((((((o>
L'emozione di una cattura al di la delle dimensioni della preda e della tecnica, conserva sempre intatto il suo fascino che stimola l'istinto umano di predatore!
Gaetano Marzano - Copyright By Spinclub.it

Avatar utente
gnagno
Panama
Panama
Messaggi: 410
Iscritto il: 09/10/2011, 20:23
Tecnica: spinning
Interessi: pescare
Vivo a: roma
Il mio Nome: alessandro


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da gnagno » 10/08/2014, 20:58

erte erte erte erte erte erte erte erte erte erte erte erte
bravo davvero!!!!!!!!

Avatar utente
luca77
Livello Tarpon
Livello Tarpon
Messaggi: 690
Iscritto il: 09/05/2010, 0:57
Tecnica: Spinning
Interessi: pesca
Vivo a: napoli


Re: La caparbrietà e l'intuizione.

Messaggio da luca77 » 12/08/2014, 19:03

Grazie Alessandro

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti