Pesce san pietro

Le prede dello spinning. Lo spinning è una tecnica selettiva, in questa sezione sono presenti schede descrittive delle maggiori prede del Mediterraneo
Rispondi
Avatar utente
FrancescoSpin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 936
Iscritto il: 08/05/2010, 12:25
Tecnica: Spinning
Interessi: Pesca e parkour
Vivo a: Provincia di Napoli
Il mio Nome: Francesco De Simone
Località: Provincia di napoli
Contatta:


Pesce san pietro

Messaggio da FrancescoSpin » 01/09/2010, 15:35

Il “Pesce San Pietro” ha un corpo ovale, compresso lateralmente, coperto di piccole squame.
La linea laterale presenta un'ampia curva in alto.
Il profilo anteriore è obliquo, in linea retta dal muso alla base della prima spina della pinna dorsale.
La testa è relativamente grossa e gli occhi, non molto grandi, sono posti vicino il margine superiore.
Le aperture nasali sono vicine tra loro.
La bocca è grande e tagliata obliquamente.
La mandibola è prominente e possiede una protuberanza sotto la sinfisi e una spina all'estremità posteriore di ognuno dei suoi due rami. In ambedue le mascelle vi sono da 3 a 5 serie di denti piccoli e conici e due gruppi di denti sul vomere.
Presenti alcune spine più o meno sul muso, sulla nuca e sul margine pre-opercolare. Vi è una spina scapolare sopra l'apertura branchiale e una omerale,sotto la base della pettorale.
Sulla linea mediana del ventre vi è una serie di 13/14 scudetti ossei spinosi con le punte dirette indietro.
La dorsale ha la prima porzione formata da raggi spinosi robusti, con la membrana interradiale che si prolunga in filamenti, più lunghi negli individui giovani.
L'anale ha una parte anteriore a raggi spinosi, quasi indipendente specie nei giovani.
Delle serie di placche ossee, dotate di spine biforcute, si trovano alla base delle parti molli della dorsale e dell'anale..
La codale è ampia, spatolata col margine posteriore arrotondato.
Le pettorali sono piccole e a ventaglio, le ventrali assai lunghe e inserite un poco innanzi alle pettorali.
Immagine
La colorazione è grigio argenteo con riflessi violacei, sui cui si formano fasce orizzontali giallo-dorate. Caratteristica una macchiapiù scura al centro dei fianchi, bordata da un alone biancastro. Nell'animale morto la macchia scura viene esaltata
Frequenta fondali fangosi tra i 100 e i 200 metri. Ogni tanto risale anche intorno ai 30 metri. Si sposta lentamente e a scatti. Le uova sono galleggianti e planctoniche e si aprono in profondità. Le forme larvali sono planctoniche, mentre gli stadi giovanili divengono bentonici. Si nutre di pesci.
Si cattura con reti a strascico e con palangresi. Abbocca alle lenze a mano. Può raggiungere gli 80-90 cm di lunghezza e il peso di 7-8 chili circa (mediamente si cattura tra i 30 e i 40 cm).
Presente in tutte le coste italiane; poco comune. Più abbondante in Adriatico.

Dedico questa scheda al grande barbetta(lui sa il perché :mrgreen: )

Immagine
"Dio mi ha dato un cervello se non lo usassi gli mancherei di rispetto" Michele Salvemini (CapaRezza)

Avatar utente
Nino
Site Admin Founder
Site Admin Founder
Messaggi: 8075
Iscritto il: 16/10/2008, 9:06
Tecnica: Spinning-Casting
Interessi: Pesca Sportiva-informatica
Vivo a: Napoli
Il mio Nome: Nino
Località: Napoli
Contatta:


Re: Pesce san pietro

Messaggio da Nino » 01/09/2010, 17:00

Ciao Barbetta :grin: :grin: complimenti francesco positivo1
Immagine
><((((((o>
L'emozione di una cattura al di la delle dimensioni della preda e della tecnica, conserva sempre intatto il suo fascino che stimola l'istinto umano di predatore!
Gaetano Marzano - Copyright By Spinclub.it

Avatar utente
simox78
Panama
Panama
Messaggi: 264
Iscritto il: 15/03/2011, 13:49
Tecnica: SPINNING IN MARE
Interessi: PESCA, CALCIO,SCI
Vivo a: IMPERIA
Il mio Nome: Simone
Località: Imperia


Re: Pesce san pietro

Messaggio da simox78 » 12/06/2011, 18:28

Complimenti , bella scheda!! graziehg erte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti